ISI 2021 - PUBBLICATO IL BANDO

Contributo a fondo perduto del 65%.

Per quali progetti posso richiedere il contributo del Bando ISI INAIL 2021?

Investimenti

Adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale

Investimenti di micro e piccole imprese del settore rifiuti

Riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi

Bonifica da materiali contenenti amianto

Investimenti del settore agricoltura

Cosa fa E3?

Supporta le imprese lungo tutto l'iter della pratica Isi

Dalla valutazione dell'ammissibilità del progetto fino alla rendicontazione finale.

E3 supporta le aziende nel confronto tra le specifiche del progetto di investimento individuato e i requisiti del bando.
E3 verifica se il progetto raggiunge il punteggio minimo di 120 punti richiesto dal bando, necessario per poter proseguire.
E3 si occupa della redazione della domanda, inclusiva della descrizione del progetto e del budget di spesa.

E3 invia la domanda tramite piattaforma internet, all'apertura del click day.

Inoltre, E3 monitora la pratica e, se risulta finanziabile, entro i 30 giorni fissati presenta per conto dell'azienda la documentazione richiesta per l'ammissione. Qualora il progetto richieda una perizia giurata, E3 si può anche occupare dell'incarico di un perito iscritto al tribunale.
Infine, E3 predispone la richiesta di erogazione dell'anticipo del contributo (pari al 50%) e la rendicontazione finale, necessaria per il pagamento del saldo.

Investimenti

Riduzione di uno dei seguenti fattori di rischio:

  • chimico
  • rumore
  • vibrazioni meccaniche
  • biologico
  • caduta dall’alto
  • infortunistico mediante la sostituzione di macchine obsolete
  • infortunistico mediante la sostituzione di macchine non obsolete
  • incendio
  • infortunistico mediante l’installazione di dispositivi di protezione per il rilevamento automatico delle persone
  • radon
  • sismico
  • da lavorazioni in spazi confinati e/o sospetti di inquinamento.
  • Movimentazione manuale dei carichi

    Riduzione del rischio da movimentazione manuale dei pazienti. Riduzione del rischio legato ad attività di sollevamento e abbassamento di carichi. Inoltre, riduzione Del rischio legato ad attività di traino e spinta di carichi. Ancora, riduzione del rischio legato ad attività di movimentazione di bassi carichi ad alta frequenza. Infine, del rischio legato ad attività di movimentazione manuale di carichi mediante interventi di automazione.

    Adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale

    Adozione di un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro certificato UNI ISO 45001:2018.

    Inoltre, adozione di un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro di settore previsto da accordi INAIL-Parti Sociali o di un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro non rientrante nei casi precedenti.

    Infine, adozione di un modello organizzativo e gestionale di cui all’art.30 del d.lgs. 81/2008 asseverato e non asseverato e di un sistema di responsabilità sociale certificato SA 8000.

    Bonifica da materiali contenenti amianto

    Rimozione di materiali contenenti amianto da mezzi di trasporto, impianti e attrezzature. Rimozione di piastrelle e pavimentazione in vinile amianto, compresi eventuali stucchi e mastici contenenti amianto. Inoltre, rimozione di coperture in materiali contenenti amianto. Infine, rimozioni di cassoni, canne fumarie, comignoli, pareti, condutture o manufatti in genere costituiti da cemento amianto.

    In cosa consiste il Bando Isi Inail?

    Fondo perduto del

    65

    Contributo minimo richiedibile

    5.000

    Contributo massimo di

    130.000

    Quanto manca alla chiusura della procedura informatica per la compilazione della domanda

    caution1

    Contattaci per maggiori informazioni